Blefarospasmo

Il blefarospasmo è una patologia che si manifesta con contrazioni ripetute ed involontarie dei muscoli delle palpebre. Questo disturbo può anche manifestarsi con una intensa e frequente  chiusura delle palpebre o un’impossibilità totale di aprire gli occhi, limitando l’attività quotidiana dei pazienti affetti.

 

I sintomi del blefarospasmo possono essere ridotti o controllati con i seguenti trattamenti :

  • Le iniezioni di tossina botulinica di tipo A: trattamento di elezione per il blefarospasmo, blocca la trasmissione nervosa a livello della placca neuromuscolare e diminuisce le contrazioni muscolari della palpebra del paziente in circa tre mesi.
  • Le terapie farmacologiche:
    • I miorilassanti, rilassano i muscoli e riducono   gli spasmi muscolari,
    • Gli anticolinergici, permettono di ridurre gli effetti dell’acetilcolina, un neurotrasmettitore del sistema nervoso,
    • Le benzodiazepine, riducono l’ansia e calmano gli spasmi dolorosi.
  •  La chirurgia: impiegata nelle forme più gravi di blefarospasmo, in seguito al fallimento del trattamento con tossina botulinica. Sotto consiglio di un oftalmologo specialista, è possibile procedere alla resezione dei muscoli orbicolari delle palpebre, fino ad arrivare ai muscoli della fronte, i muscoli corrugatori (situati lungo le arcate sopraccigliari) o intersopraccigliari (fra le sopracciglia).

Una

Malattia rara

Appare

Generalmente fra i 50 e i 60 anni

Le donne

Sono maggiormente colpite rispetto agli uomini

Ultimo aggiornamento 06/12/2016